Gas liquido: come andare sul sicuro

Odore artificiale di gas

Il tipico odore del gas viene «addizionato» artificialmente al propano per motivi di sicurezza ed è simile a un forte odore di aglio. La soglia di odore è di circa 150 volte inferiore a quella di accensione. L’odore di gas deve quindi essere assolutamente preso sul serio, ma senza scatenare panico. Quando si avverte l’odore devono essere spente o allontanate dalla zona di pericolo tutte le possibili fonti di accensione (interruttori elettrici, prodotti di tabaccheria, motori di tutti i tipi). L’acqua saponata è il mezzo più efficace per rendere visibili eventuali fughe: cospargete con il liquido tubi o condutture e la comparsa di bolle vi consentirà di scoprirle.

Caratteristiche del gas liquido

Il propano allo stato gassoso è più pesante dell’aria. Ecco perché il gas in fuga da un recipiente precipita a terra o penetra in pozzi o vani situati nel sottosuolo. In spazi chiusi può restare imprigionato per parecchio tempo senza essere notato, poiché l'odore è percettibile a livello del pavimento ma non all'altezza del capo. Per questo le bombole di propano non devono mai essere depositate in locali chiusi oppure in prossimità di finestre o prese d'aria di cantine.

Che fare in caso di fughe?

Il propano fuoriesce ad alta pressione da un recipiente forato. Chiudere il punto di fuga, ad esempio con un adesivo, è praticamente impossibile. I fori nel settore del gas liquido (in basso) causano una fuga di energia 5 volte superiore a quelli nella parte gassosa. In caso di perdite, le bombole devono quindi essere posizionate in modo che il punto di fuga si trovi nel settore gassoso (ossia in alto).

Comportamento del propano in contenitori a pressione

All’atto del prelievo, una parte del gas si vaporizza e si raffredda. Nel recipiente del gas non entra aria. In caso di prelievo di molto gas, il liquido raggiunge temperature anche inferiori a 0° C e il contenitore si congela. Al più tardi a questo punto il prelievo di gas deve essere interrotto o ridotto. In caso contrario, la pressione nel contenitore si abbassa ulteriormente finché il gas cessa di uscire, malgrado all'interno sia presente ancora liquidità e perfino se la valvola del contenitore viene lasciata aperta. Tuttavia, se in seguito il contenitore si riscalda, il gas comincia nuovamente a fuoriuscire, cosa che può causare incendi o esplosioni.

A tale proposito, vi preghiamo di osservare anche le istruzioni di sicurezza specifiche per le bombole e le cisterne di gas.

Scheda di sicurezza – SOCAR Propano